Rifiuti

rifiuti

In considerazione delle disposizioni comunitarie in materia di classificazione dei rifiuti, (L. n° 443 del 21/12/2001 contenente alcune modifiche al Decreto Ronchi) l’Unità Normativa Tecnica ha elaborato uno “Schema di trasposizione dai codici CER, di cui agli allegati al D.lgs. n. 22/97, ai codici, ai codici dell’elenco dei rifiuti di cui alla decisione 2000/532/CE, come modificata dalle decisioni 2001/118/CE, 2001/119/CE e 2001/573/CE” (Allegato B all’emanando Decreto recante “norme per l’esecuzione della decisione 2000/532/CE e successive modifiche ed integrazioni”), realizzato a seguito di uno studio condotto sul nuovo sistema di classificazione e sull’esame delle proposte pervenute dai soggetti coinvolti in tale problematica. Lo schema è stato elaborato al fine di fornire un utile strumento che tenga conto sia dell’esigenza degli operatori di identificare i propri rifiuti in maniera corretta ed uniforme, sia della necessità degli Enti locali di adeguare alla nuova codifica il sistema amministrativo e di controllo. Si è resa, inoltre, necessaria la predisposizione di uno schema di trasposizione dei codici CER individuati nell’allegato 1, suballegato 1 e nell’allegato 2, suballegato 1 del decreto ministeriale 5 febbraio 1998, nei corrispondenti codici dell’elenco dei rifiuti di cui alla decisione 2000/532/CE e successive modifiche e integrazioni (Allegato C all’emanando Decreto recante “norme per l’esecuzione della decisione 2000/532/CE e successive modifiche ed integrazioni”).

Tale schema consente agli operatori che operano in regime semplificato, secondo le procedure previste dal citato D.M. 5/2/98, di sostituire i codici dei rifiuti oggetto di attività di recupero, con i nuovi codici. Con le stesse finalità si è proceduto all’aggiornamento dei codici CER individuati negli allegati 1 e 2 al decreto ministeriale 26 giugno 2000, n. 219, relativo alla gestione dei rifiuti sanitari (Allegati D ed E all’emanando Decreto recante “norme per l’esecuzione della decisione 2000/532/CE e successive modifiche ed integrazioni”). Le recenti disposizioni comunitarie in materia di classificazione dei rifiuti hanno introdotto dei codici nuovi rispetto a quelli previsti nel decreto Ronchi previsto una serie di obblighi per il trattamento dei rifiuti speciali provenienti dall’attività lavorativa delle aziende. Il decreto Ronchi copre tutte le attività industriali, commerciali ed alimentari e chiarisce le categorie ed le procedure di smaltimento dei singoli prodotti dalle singole tipologie aziendali. Lo smaltimento di alcuni prodotti di consumo per la stampa è vietato (cartucce ink- jet, toner , nastri) tramite la normale raccolta dei rifiuti. Parallelamente alle sanzioni per il mancato adempimento degli obblighi di legge, sono previsti incentivi fiscali per le aziende che destinino al riciclaggio/recupero o provvedano allo smaltimento dei rifiuti prodotti tramite operatori autorizzati.

I servizi forniti dall’azienda I.C.Q. sono i seguenti:
• Sopralluoghi e consulenze tecniche
• Campionature e classificazione del rifiuto (Delibera 27/07/84 e D.L. n° 22 del 05/02/97)
• Contratti annuali di consulenza
• Acquisto e vidimazione registri
• Elaborazione MUD
• Richiesta di detassazione
• Trasporto e smaltimento

Minerali e polveri

polveri

I servizi offerti
• Prelievo
• Consulenza per l’autocontrollo
• Analisi CHIMICHE

Analisi quantitativa per cationi (ogni elemento)
Analisi quantitativa per gli anioni (ogni elemento)
Calorimetria
Determinazione quantitativa standard per singolo composto
Insetticidi, antiparassitari, anticrittogramici (contro standard)
Pesticidi (a base di piretro, carbammati, metallorganici, clorurati, fosforati, solforati, ricerca qualitativa dei residui)
Umidità

Materiali plastici

materiali-plastici

I servizi offerti
• Prelievo
• Consulenza per l’autocontrollo
• Analisi chimiche

Prova di cessione per ogni simulante B,C,D
Plastificanti (Ftalati) per uno solo
DEHA
DOP

Prodotti petroliferi, olii lubrificanti, combustibili, asfalti, bitumi, catrami, torbe, ligniti

prodotti-petroliferi

Prodotti Petroliferi–Olii Lubrificanti–Combustibili– Asfalti–Bitumi–Catrami–Torbe–Ligniti

I servizi offerti
• Prelievo
• Consulenza per l’autocontrollo
• Analisi chimiche

Acqua e sedimenti
Acidità in acido oleico
Acqua per distillazione (karl fisher)
Analisi di composizione F.T.A.
Analisi di composizione (gascromatografia)
Asfalteni
Azoto totale
Bario sulle ceneri per A.A.
C.C.S. (cold craking simulator)
C.F.P.P.
Calcio sulle ceneri per A.A.
Carbonio
Ceneri solforate (o non)
Cloro totale
Colore a.s.t.m.B504 70
Densità 34
Distillazione frazionata a pressione atmosferica 54
Distillazione frazionata a pressione ridotta 21
Fosforo sulle ceneri per A.A. 39
Idrogeno 70
Magnesio sulle ceneri per A.A. 39
N° di ottano 34
N° di saponificazione 70
Peso specifico 34
Piombo sulle ceneri per a.a. 34
Potassio sulle ceneri per a.a. 34
Potere calorifico inferiore (calcolato) 23
Potere calorifico superiore 28
Prova di filtrabilità a freddo 39
Punto di anilina 34
Punto di congelamento 44
Punto di fumo 39
Punto di gocciolamento 39
Punto di infiammabilità 46
Punto di intorbidamento 26
Punto di scorrimento 39
Residuo carbonioso (kouradion) compresa distillazione 46
Ricerca gasolio su benzina 39
Rigidità dielettrica 28
Sedimenti per estrazioni 39
Sodio sulle ceneri per a.a. 34
Solubilità o insolubilità in solvente 34
T.A.N. all’indicatore di 974 34
T.B.N. all’indicatore di 974 44
Vanadio sulle ceneri p( aSTM) 46
Viscosità 39
Viscosità cinematica fino a 100 °C 83
Zinco sulle ceneri per a.a. 83
Zolfo totale 23

Olio isolante

olio-isolante

I servizi offerti
• Prelievo
• Consulenza per l’autocontrollo
• Analisi chimiche

Acidità totale
Acqua karl fisher
Analisi completa
Aspetto e colore
Densità al 15°C
Fattore di dissipazione
Fluoruri
Pcb
Sedimenti e sostanze precipitabili
Tensione di scarico